testo tratto da La Nazione dell’11 settembre 2018

IL FRONTE dell’abbandono dei rifiuti e in particolare degli scarti tessili si allarga in maniera preoccupante nella Piana. Non sono solo i cassonetti ad essere presi d’assalto e regolarmente riempiti ma anche gli alvei di fiumi e canali.

 

Ultimo, il canale sotto la Perfetti Ricasoli, zona polo scientifico a Sesto, che è stato coperto da trenta sacchi neri dal peso di 50 chilogrammi ciascuno, per una tonnellata e mezzo di scarti abbandonati. L’immagine, decisamente poco amena, ha fatto il giro dei social dove in molti hanno commentato l’ennesima discarica di scarti tessili nata in una location però decisamente particolare. Visto il contesto, infatti, c’è chi ha paventato anche la possibilità di esondazione e conseguenti allagamenti in caso di piogge chiedendo l’immediata rimozione dei sacchi. L’OPERAZIONE di bonifica è stata così effettuata dal Consorzio di Bonifica Area Fiorentina: i sacchi sono stati prelevati dal canale con una gru e depositati sull’argine per la successiva rimozione e smaltimento da parte di Alia.

Al momento non sono stati individuati i responsabili ma la polizia municipale sta effettuando indagini: «Quello dell’abbandono e dello smaltimento illecito dei rifiuti provenienti da lavorazioni industriali è una piaga tremenda che affligge la Piana commenta l’assessore all’ambiente, Silvia Bicchi l’abbandono all’interno dell’alveo di un canale aggiunge pericolosità a un episodio già gravissimo, dietro al quale si cela una diffusa e sistematica illegalità, contro la quale siamo impegnati insieme agli altri Comuni dell”area e alle forze dell’ordine.

Periodicamente gli abbandoni si ripropongono, nonostante i buoni risultati derivanti dall’attività di controllo svolta dalla polizia municipale e dai carabinieri forestali. È dai cittadini che può arrivare, però, un contributo fondamentale, grazie alle segnalazioni spesso indispensabili per riuscire ad intervenire tempestivamente e individuare i responsabili». Dal 2016, nell’ambito della campagna condotta da vigili e carabinieri forestali, sono state sequestrate oltre dieci tonnellate di rifiuti e otto veicoli utilizzati per il loro trasporto. Ventisei, invece, le persone denunciate.

Share This