testo tratto da Il Sole 24 Ore del 21 ottobre 2018

 

«Le aziende manifatturiere stanno affrontando una crisi senza precedenti. Parliamo di imprese che fanno economia circolare, ma che sono in crisi perché non riescono a collocare lo scarto non riciclabile originato dalle loro attività», avverte Claudio Andrea Gemme, presidente del gruppo tecnico Industria e Ambiente di Confindustria.

I costi per lo smaltimento dei rifiuti stanno diventando insostenibili e in alcune realtà sono più che raddoppiati negli ultimi 2 anni, e gli spazi si stanno esaurendo.

«Il Paese ha bisogno di impianti e infrastrutture, dobbiamo affrontare la “sindrome nimby” con le tecnologie più innovative e con l’informazione», ricorda Gemme, secondo il quale industria, ambiente e salute possono viaggiare nella stessa direzione. Un esempio? «Per esempio nel centro di Copenaghen è presente un termovalorizzatore che, oltre a non inquinare e produrre energia dai rifiuti a favore della città, dando corrente a 62.500 abitazioni e acqua calda ad altre 160mila, è dotato sul tetto anche di una pista da sci».

Share This