testo tratto da e-gazette.it del 21 gennaio 2019

Ecco i nuovi dati: nell’anno appena chiuso i consumi sono arrivati a ben 60,8 milioni di tonnellate. Corre il gasolio

Secondo i dati provvisori della rilevazione del ministero dello Sviluppo economico, nel mese di dicembre 2018 i consumi petroliferi italiani sono ammontati a 5 milioni di tonnellate, con un incremento pari al 2,3% (+113.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2017. I consumi di carburanti autotrazione (benzina+gasolio), con un giorno lavorativo in più, sono risultati pari a quasi 2,6 milioni di tonnellate, di cui 0,6 milioni di benzina e 2 milioni di gasolio, con un incremento del 5,4% (+131.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2017. Nel confronto occorre tenere però conto che nel 2018 e stato ampliato il campione della rilevazione.

In particolare, in dicembre la benzina totale ha mostrato un incremento del 3,2% (+19.000 tonnellate) con un incremento della benzina venduta sulla rete del 3,1% rispetto a dicembre 2017; il gasolio autotrazione evidenzia un incremento del 6,1% (+112.000 tonnellate), con un incremento del gasolio venduto sulla rete del 4,6% rispetto a dicembre 2017.
Da segnalare la performance molto positiva dei bitumi (+48,1%) che, a partire dall’inizio dell’estate, hanno invertito un trend per lungo tempo negativo.

I dati del 2018 – Interessanti anche i dati dell’intero 2018, ora disponibili: nell’anno appena concluso i consumi petroliferi italiani sono stati pari a 60,8 milioni di tonnellate, con un incremento del 3,7% (+2.153.000 tonnellate) rispetto al 2017.
Nel 2018 i consumi di carburanti autotrazione (benzina + gasolio), sono stati pari a circa 31,4 milioni di tonnellate, con un incremento del 3,4% (+1.033.000 tonnellate) rispetto al 2017.
In particolare: l’anno scorso la benzina totale nel periodo considerato ha mostrato una lieve crescita dello 0,5% (+36.000 tonnellate) con un aumento della benzina venduta sulla rete dello 0,8%; il gasolio autotrazione totale segna un aumento del 4,3% (+997.000 tonnellate) con un incremento del gasolio venduto sulla rete del +3,5%.
Da segnalare l’anno scorso il trend in continua crescita del carboturbo (cherosene avio, cioè jet fuel) che, rispetto al 2017, cresce del 7,3% (320.000 tonnellate in più) e dei bitumi che, grazie ad una seconda parte dell’anno molto positiva, crescono del 4,8% rispetto al 2017.

Immatricolazioni auto – Un cenno alle automobili. Si ricorda che nel 2018 le immatricolazioni di autovetture nuove sono risultate in calo del 3,1% rispetto al 2017, con quelle diesel a coprire il 51,2% del totale (era il 56,5% nel 2017) e quelle a benzina il 35,5%.
Le auto alimentate a GPL hanno coperto il 6,5% delle nuove immatricolazioni, le ibride il 4,5%, quelle a metano il 2% e le elettriche lo 0,3%.

Share This