La discarica di RiMateria accoglie rifiuti speciali, presenti anche nella metà dei rifiuti urbani. Lo abbiamo affermato e ribadito più volte e in diversi contesti, dalle interviste al management, nei 38 incontri avuti con la cittadinanza, nei comunicati stampa e nei consigli comunali. E lo ripetiamo ancora per chi continua a diffondere false informazioni.
Ingenti quantità di amianto (questo sì pericoloso, vista l’ingente quantità di persone esodate per questo dalle acciaierie) invece, sono contenute nelle strutture industriali a pochi metri dalla città. Si stima la presenza di alcune migliaia di tonnellate nell’ex cokeria che oggi è una struttura fatiscente, esposta alle intemperie. Amianto friabile, quello che, se inalato, è il più pericoloso.
Facile immaginare che nei giorni di vento quelle polveri non restino confinate nella struttura industriale.
RiMateria si occupa di risanare un’area – quella di Ischia di Crociano – dove esiste una discarica totalmente abusiva e a tutt’oggi incontrollata. E’ la cosiddetta Li53, grande oltre 15 ettari, che da anni sparge sostanze inquinanti nell’aria e nella falda acquifera.
Chi ha a cuore la salute dei cittadini dovrebbe sostenere i progetti per la gestione in sicurezza della zona.
Ufficio comunicazione
Share This