27 luglio 2017

 

Toscana: produzione Rifiuti Solidi Urbani (RSU) 2,1 milioni di tonn/anno di cui Raccolta Differenziata 1 milione di tonn/anno.
Rifiuti Speciali 9 mln/tonn. di cui 500mila/tonn. di Rifiuti Pericolosi (amianto compreso).

Ammesso che si riuscisse a raccogliere in modo differenziato il 100% degli RSU, la somma della frazione estranea, più i rifiuti da selezione, più i rifiuti da riciclo (tutti classificabili a quel punto come rifiuti speciali) sarebbe almeno il 50% del totale e avrebbero comunque bisogno di impianti di recupero energetico o di discariche. E gli altri 9 mln di tonnellate?

E le altre 500mila tonnellate di Rifiuti Pericolosi? Possibile non si faccia una riflessione sul rapporto fra rachitismo impiantistico e ecomafie? Possibile che non si riesca a fare una riflessione sul fatto che di quelle 500 mila tonn. di Rifiuti Pericolosi, non si sappia dove metterne un solo kg? Possibile che si preferisca ignorare la loro fine, spesso incontrollata, piuttosto che farsene carico in modo controllato?

Share This