testo tratto da Il Tirreno 29.06.2016

A Piombino, il 1° luglio (centro Giò, ore 16) si parla di bonifiche, di riciclo della materia, di risanamento delle cave, di occupazione. Lo scopo dell’iniziativa di Legambiente è quello di parlare del futuro di questo territorio, partendo da vari temi che si intrecciano tra di loro: i rifiuti industriali, le bonifiche con la fondamentale necessità di risanare il territorio per la salute pubblica e permettere nuova occupazione attraverso la reindustrializzazione delle aree ex Lucchini e delle aree portuali, il riciclo con la sostituzione dei materiali di cava, e le opere pubbliche che dovrebbero assorbire i materiali riciclati. Parleranno Fausto Ferruzza, presidente Legambiente Toscana, Adriano Bruschi di Legambiente Val di Cornia, oltre al sindaco Massimo Giuliani, all’assessore regionale Federica Fratoni, a Rossana Soffritti, sindaca di Campiglia, Marco Chiarei, assessore all’ambiente di Piombino, Luciano Guerrieri, commissario Autorità portuale, Valerio Caramassi, presidente di RiMateria, Mirko Lami, della Cgil regionale e Edoardo Zanchini, vicepresidente Legambiente.

Share This