News del Giorno

PIOMBINO PARLA L’AMMINISTRATORE DELEGATO: «CONFRONTO APERTO CON RIMATERIA» «L’area industriale deve essere ripulita dai rifiuti».

testo tratto da La Nazione del 24 novembre 2018

NON C’È SOLO lo smantellamento dei vecchi impianti: per riqualificare l’enorme area industriale della ex Lucchini, è necessario anche togliere i cumuli dei vecchi rifiuti e scarti di 50 anni di siderurgia. E poi ci saranno i materiali da trattare derivanti dalle demolizioni, gli inerti degli scavi per i nuovi impianti e le scorie del futuro forno elettrico.

In corso il confronto con altre società per la movimentazione di merci extrasiderurgiche. Demolizioni: a gennaio potrebbero iniziare gli interventi più semplici. Porto, Aferpi punta alla logistica con un progetto da 300 milioni.

testo tratto da Il Tirreno del 22 novembre 2018
«Non possiamo non avere una discarica – dice Azzi – pensando alle demolizioni, agli scavi per la nuova acciaieria, ai residui industriali futuri. Per questo credo che Rimateria sia un tassello fondamentale da gestire correttamente e con cui vogliamo aprire un tavolo di confronto. Non vogliamo fare gli smaltitori di rifiuti e per questo, quando sarà il momento, valuteremo l’opportunità di acquistare delle quote. E se non sarà possibile cercheremo un accordo con la proprietà»

Polizia e forze armate chiamate a sorvegliare la spazzatura. Terra dei fuochi, in assenza di impianti industriali il Governo militarizza il problema rifiuti. Il Paese ne produce 165,2 milioni di tonnellate l’anno, che non sappiamo dove gestire (legalmente).

testo tratto da greenreport.it del 20 novembre 2018

Di Luca Aterini

Un nuovo Protocollo d’intesa si erge da ieri a difesa della Terra dei fuochi, quell’ampia fetta di Campania martoriata dai roghi illegali di rifiuti che periodicamente torna al centro dell’agenda politica