tratto da Il Tirreno del 28 giugno 2016

 
PIOMBINO. Con voto favorevole di Pd, Sinistra per Piombino e Spirito libero. contrario di 5 Stelle, Forza Italia, Un’altra Piombino e Rifondazione (astenuta Ascolta Piombino) è stato approvato dal consiglio comunale il progetto di razionalizzazione della società partecipata Asiu Spa e della società indirettamente partecipata RiMateria Spa.

consiglio comunale piombinoQuesto prevede. 1) Adozione da parte di Asiu Spa e di RiMateria Spa delle delibere assembleari di approvazione del progetto di razionalizzazione con modifica dello Statuto di RiMateria per recepire le necessarie variazioni. 2)Una volta conseguita l’autorizzazione al piano di riqualificazione paesaggistica della discarica di Ischia di Crociano, cessione definitiva del ramo d’azienda di Asiu Spa in Sei Toscana in esecuzione del contratto sottoscritto in data 29/10/2015 e conferimento in RiMateria Spa del perimetro aziendale residuo di Asiu: contestuale aumento di capitale sociale di RiMateria Spa e assegnazione delle nuove azioni a Asiu la cui quota di partecipazione al capitale sociale scenderà al 87,75% mentre Lucchini ne deterrà il 12,25%. 3) Alienazione congiunta fra Asiu e Lucchini, con procedura ad evidenza pubblica, del 60% delle azioni RiMateria, detenute da Asiu per il 52,65% e da Lucchini per il 7,35%: la quota complessiva del 60% di azioni di RiMateria Spa sarà alienata attraverso la cessione in due lotti separati a diversi acquirenti, ciascuno del 30. 4 Obbligo di ultima istanza da parte di Asiu di acquistare, prima della sua messa in liquidazione, della residua quota del 4,9% che Lucchini deterrà successivamente alla vendita con evidenza pubblica. 5) Per assicurare la realizzazione delle strategie e degli indirizzi territoriali dei flussi di materia, per la realizzazione del piano industriale che consentirà di riqualificare le aree attualmente destinate alla impiantistica di trattamento e smaltimento, nonché la valorizzazione delle risorse disponibili attraverso un ecosostenibile governo dei flussi di materia dell’intero territorio dei comuni azionisti, la governance di RiMateria dovrà avere le seguenti caratteristiche statutarie: Asiu e dopo la liquidazione, i Comuni coinvolti nel progetto, avranno diritto di nominare (1 su 3; 2 su 5) consiglieri di amministrazione in RiMateria; messa in liquidazione volontaria di Asiu e assegnazione proporzionale della partecipazione azionaria in Rimateria Spa ai Comuni coinvolti nel progetto. Per quanto necessario a realizzare gli obiettivi strategici, il sindaco quale rappresentante del socio azionista e gli organi sociali hanno ampia autonomia ed agiscono secondo obiettivi di efficienza ed economicità.

Share This