testo tratto da Il Tirreno del 7 aprile 2018

 

PIOMBINO. Un nuovo incontro ufficiale tra il sindaco Massimo Giuliani, gli assessori Margherita Di Giorgi, Paola Pellegrini e Ilvio Camberini e i lavoratori di Rimateria, si è svolto giovedì nella sala consiliare del Comune.

 

I lavoratori hanno raccontato la situazione che stanno vivendo in questi giorni, della loro volontà di dialogare con la città per far capire le loro posizioni.«I lavoratori hanno chiesto anche degli incontri con tutti i gruppi consiliari e con le forze politiche – spiega il sindaco – e non tutti si sono dimostrati disponibili a incontrarli. Da parte nostra condividiamo la loro protesta, molto civile e dignitosa».Nell’incontro in Comune sono state discusse le ipotesi di lavoro per accompagnare la ripresa, «concordando sulla necessità del dissequestro – prosegue – e sulla necessità di continuare con i conferimenti, attraverso un adeguato sistema di controlli e di monitoraggi, per perseguire l’obiettivo del risanamento ambientale della discarica stessa.

Il piano Rimateria, nell’ambito della ripresa della produzione dell’acciaio, è una delle componenti importanti per il mantenimento della salute e della vivibilità ambientale. Siamo concordi con i lavoratori – conclude Giuliani – e con i loro sindacati nel sostenere la necessità, a questo punto, di partire dal presente per guardare al futuro».E su questi temi si svolgerà il consiglio straordinario richiesto dalle forze politiche il prossimo 17 aprile. Nel programma del consiglio, discusso sempre giovedì dai capigruppo consiliari, sono previsti gli interventi del sindaco, del presidente di Rimateria Valerio Caramassi e del responsabile tecnico dell’azienda, Maurizio Pinna. In seguito interverranno le rsu di Rimateria, Legambiente, due abitanti di Colmata e poi i gruppi consiliari.

Share This