testo tratto da greenreport.it del 02 gennaio 2019

Il 7 gennaio 40° incontro pubblico promosso dall’azienda per confrontarsi con i cittadini. Il sindaco Giuliani chiede nuove informazioni ad Arpat e Usl, si lavora ad un maggior controllo dell’aria


Nei giorni scorsi il Comitato salute pubblica ha chiesto al sindaco di Piombino, Massimo Giuliani, di attivarsi insieme ad Asl e Arpat per il monitoraggio dell’aria lungo il perimetro dell’abitato di Colmata e a Piombino, in modo da fornire nuove informazioni sugli impatti prodotti dalla discarica gestita da Rimateria in termini di maleodoranze ed eventuale inquinamento atmosferico: «Percepiamo solo il cattivo odore dichiarano dal Comitato ma ci domandiamo se vengono emessi altri inquinanti (a cominciare per esempio dalle polveri e polveri sottili) e in quali concentrazioni».

Per offrire un monitoraggio della situazione ancora più puntuale, Giuliani prevede dunque nuovi interventi: «Anche a seguito delle indicazioni fornite da Arpat e dai vertici aziendali spiega il sindaco ho ritenuto necessario richiedere informazioni ufficiali agli enti di controllo (Arpat e Usl) circa la situazione attuale dellimpianto e i possibili interventi da attuare per eliminare i miasmi prodotti. Infine convocherò nei prossimi giorni una Giunta per listituzione di un gruppo di lavoro specifico, aperto alla partecipazione di una delegazione del Comitato di salute pubblica, e finalizzato ad un maggior controllo e monitoraggio dellaria, valutando linstallazione di apposite centraline».

Solo pochi giorni fa, all’interno della conferenza stampa di fine anno, il sindaco di Piombino era tornato a esplorare il tema Rimateria confermando che il progetto sta andando avanti, così come il percorso di risanamento. «Si attende la convocazione della prossima assemblea dei soci di Asiu per decidere in maniera definitiva riporta in proposito il Comune di Piombino la procedura di vendita dell’ulteriore 30% di azioni a Navarra. Inoltre la fideiussione è andata in porto e questo garantisce da un punto di vista finanziario. La quota di 350mila euro anticipata dal Comune verrà restituita entro giugno».
In merito allo stato d’avanzamento del progetto Rimateria è utile infine ricordare che l’azienda stessa continuerà nel corso di quest’anno a organizzare un’assemblea pubblica mensile con quella tenutasi a dicembre finora siamo a quota 39 appuntamenti per informare sullo stato dei lavori nell’impianto di Ischia di Crociano. Le assemblee sono aperte a tutti e vedranno la partecipazione dei dirigenti aziendali che, dopo una relazione introduttiva, risponderanno alle domande del pubblico. Gli incontri si tengono generalmente il primo lunedì di ogni mese alle ore 17 nella sala del Multizonale di Montegemoli, e il prossimo appuntamento è per il 7 gennaio.

Share This