testo tratto da La Nazione del 7 marzo 2019

I monitoraggi vengono effettuati mediante un mezzo mobile ormai da agosto 2018 – posizionato nel piazzale esterno al Dipartimento Arpat, in località Montegemoli, in relazione alle emissioni odorigene provenienti dalla discarica per rifiuti speciali Rimateria.

«Il monitoraggio di gennaio ha spiegato Arpat – ha avuto una durata di 27 giorni in cui le medie orarie valide registrate sono state 622: il numero di quelle in cui è stata superata la soglia di disturbo odorigeno (7 µg/m3) è 21 ore ovvero il 3,4% del totale. Il numero di giorni interessati dal superamento della soglia di disturbo odorigeno è 11 su 27 ovvero il 40,7% del totale. Il valore massimo registrato è stato di 22,3 µg/m3 alle ore 13 del 23 gennaio». Arpat ricorda che lidrogeno solforato e` caratterizzato da una soglia olfattiva decisamente bassa e quindi in grado di provocare disagi olfattivi: la soglia di riferimento indicata dallOrganizzazione mondiale della sanità (Oms) per il disturbo olfattivo è 7 µg/m3.

Share This