testo tratto da La Nazione dell’11 maggio 2018

 

AMIANTO, pezzi di carrozzeria e motori di automobili, frigoriferi e tanti altri rifiuti abbandonati nel bosco a ridosso di via dell’Immaginetta, a Marti, nel comune di Montopoli. Dopo il ritrovamento da parte dei volontari delle Giacche Verdi coordinati da Alfonso Cuoco, ieri mattina è intervenuta una impresa specializzata incaricata dal Comune di Montopoli per il recupero dell’immondizia.

Non è stato un lavoro semplice. Gli operai, protetti da tute particolari per evitare contaminazioni, soprattutto a causa della presenza di eternit deteriorato e quindi con il pericolo della volatilizzazione delle fibre di amianto, hanno dovuto utilizzare anche un piccolo escavatore per farsi strada tra gli arbusti e per recuperare i rifiuti ingombranti, in alcuni casi anche molto pesanti. Un degrado conseguenze dell’inciviltà di alcune persone che nel tempo avevano scelto la zona per abbandonarci di tutto, anche la spazzatura di casa. ALCUNI giorni fa erano state le «guardie ambientali» delle Giacche Verdi a individuare la discarica in mezzo al bosco.

Come sempre accade in questi casi, il responsabile Cuoco aveva inoltrato una precisa segnalazione all’ufficio ambiente del Comune di Montopoli descrivendo il quantitativo dei rifiuti abbandonati e la loro natura. Ormai da tempo le Giacche Verdi collaborano con il Comune di Montopoli e molto spesso, grazie all’ispezione dei sacchi smaltiti in maniera illecita da cittadini incivili, riescono anche a individuare tra la spazzatura carte, documenti o altri elementi che consentono di individuare i responsabili. E’ successo anche in via Immaginetta a Marti dove è stata trovata spazzatura lasciata da abitanti di Palaia e Marti.

IL RECUPERO dell’immondizia è costato al Comune. Costi per colpa di qualcuno che invece di effettuare correttamente la raccolta differenziata dei rifiuti o portare gli ingombranti al centro di raccolta del Comune (nella zona industriale di Capanne) ha deciso di abbandonarli nel bosco. Le Giacche Verdi avevano segnalato al Comune anche un tombino maleodorante in via Nazionale a Capanne, vicino la chiesa. Ieri l’assessore Varallo ha comunicato a Cuoco che l’intervento di sistemazione verrà effettuato entro quindici giorni.

Share This