testo tratto da Il Giornale del 29 settembre 2016

amianto-edifici
L’emergenza più grossa dei vecchi istituti scolastici ha un nome, sempre lo stesso, da anni: eternit.
Premesso che nessun istituto recentemente è stato dichiarato inagibile per la presenza di amianto, va anche detto che le scuole in cui la sostanza cancerogena non è ancora stata del tutto smantellata sono 886 in tutta la Lombardia. Di ogni ordine e grado, sia nei paesini sia nella grosse città.
A Milano se ne contano una trentina, al netto delle tre scuole che stanno per essere abbattute e ricostruite in via Viscontini, via Brocchi e via Strozzi. In alcuni casi si tratta di presenza di eternit limitata alle sale caldaia e nulla di più. In altri l’amianto è presente in più ambienti. La lista delle scuole da bonificare in tutta la regione è lunga e riserva piccole «sorprese»: ad esempio a Bergamo la scuola da bonificare è solo una, in via Gavazzeni. Invece a Brescia gli istituti da ripulire sono una cinquantina, più che a Milano. Sull’argomento bonifiche è stata data un’accelerata in Regione Lombardia, dove è appena stato approvato un documento per interventi da programmare sugli istituti scolastici nei prossimi tre anni. La proposta avanzata da Giampiero Reguzzoni (Lega Nord) è stata approvata all’unanimità in Consiglio Regionale. Ed è stato votato anche un emendamento del Movimento Cinque Stelle che inserisce come criterio prioritario la rimozione di amianto nelle scuole (primo firmatario Andrea Fiasconaro).
La delibera, che riprende gli indirizzi individuati per lo scorso triennio (2013-2015), punta alla riqualificazione, al miglioramento, alla messa in sicurezza, all’adeguamento antisismico e all’utilizzo di materiali ecocompatibili.
«Con queste novità – spiega Andrea Fiasconaro dei Cinque Stelle – diamo un’occasione in più alle scuole. I presidi che ci presentano i progetti di bonifica in tempi brevi, potranno attingere ai finanziamenti del fondo di rotazione per l’edilizia scolastica: ci sono 14 milioni di euro che possono essere sbloccati». «L’amianto è una sostanza tossica e cancerogena – insistono i grillini – La sicurezza dell’ambiente scolastico deve essere assolutamente prioritaria in Lombardia e centinaia di edifici potranno finalmente essere amianto free».

Share This