Il turismo porta rifiuti e maggiori costi per la raccolta, spiega l’Università di Pisa. La crescita dei flussi turistici incide «significativamente». I risultati di una ricerca condotta su 68 comuni italiani.

testo tratto da greenreport.it del 27 febbraio 2018

I rifiuti rappresentano l’altro lato della medaglia in un’economia votata al consumo, un dogma cui non sfuggono i luoghi dove il turismo rappresenta una voce importante dell’economia. Anzi, è vero il contrario: uno studio dell’Università di Pisa appena pubblicato sul Journal of Cleaner Production informa che la crescita del turismo incide «significativamente» sui costi della raccolta dei rifiuti solidi urbani.
L’analisi dei ricercatori (Giulio Greco, Velia Gabriella Cenciarelli e Marco All

Inquinamento. Il killer numero 1 è nell’ambiente

testo tratto da La Repubblica del 27 febbraio 2018

di PAOLO VINEIS

Dal diesel agli ftalati: le sostanze tossiche sono causa di moltissime malattie. E non cè una soglia minima sotto cui si può essere al sicuro. Negli ultimi vent’anni sono aumentate le prove sulla nocività di molti inquinanti.

CAMPANIA, BUFERA RIFIUTI: CARENZA DI IMPIANTI E MALAFFARE.

testo tratto da riciclanews.it  20 febbraio

Che siano fanghi da depurazione, ecoballe o scarti alimentari, poco cambia. Buona parte dei rifiuti generati ogni anno in Campania dev’essere caricata su camion e spedita altrove per mancanza di impianti.