Cispel: «Ai servizi pubblici locali della Toscana occorre una politica industriale»Il confronto con l’assessore Fratoni durante l’assemblea annuale dell’associazione. Allarme dalle imprese, presidio ambientale che vale 16mila posti di lavoro: «Sembrache ormai le “decisioni” politiche siano sempre più materia dei tribunali»

testo tratto da greenreport.it del 30 giugno 2017

Quello dei servizi pubblici locali è un settore che per la Toscana vale 16mila posti di lavoro e 3 miliardi di euro di fatturato, oltre 400 milioni di euro in investimenti all’anno. In altre parole, i numeri garantiti dalle 150 aziende associate a Confservizi Cispel Toscana valgono il 2-3% del Pil regionale,

Regione in stallo e politica assente: aziende utility all’attacco Economia.

testo tratto da Stamp Toscana del 29 giugno 2017

Firenze – Ogni anno l’assemblea di Confservizi Cispel Toscana mette in chiaro con dati, grafici, analisi degli esperti, situazioni e soluzioni. Il suo presidente, Alfredo De Girolamo e il suo direttore Andrea Sbandati elencano le cose che si dovrebbero fare per rendere i servizi pubblici un settore industriale di prima grandezza, come nei fatti è per fatturato, investimenti e occupazione. L’anno successivo si scopre regolarmente che queste raccomandazioni sono state del tutto ignorate.

RISCHIO AMIANTO STRAGE SILENZIOSA.

testo tratto da La Repubblica Napoli del 28 giugno 2017
In Italia ci sono circa 500 mila siti ancora da bonificare e i ritmi degli interventi di bonifica, promossi finora dalle Regioni, sono troppo lenti e inefficaci.