Chimet in crescita, maxi investimenti e assunzioni.

testo tratto da quinewsvaldichiana.it del 29 marzo 2017
Un investimento da 35 milioni di euro, 55 nuovi posti di lavoro e nuove tecnologie per il rispetto dell’ambiente, la Chimet continua a crescere

Il convegno M5S alla Camera, 25 anni dopo la legge della messa al bando. Amianto, untore d’Italia: 6mila nuovi malati ogni anno. Perché? «Mancano le discariche» Ispra: «Lo conferiamo in Germania ma ci hanno fatto sapere che presto non lo accetteranno più». E sul territorio imperano giungla normativa e mancanza d’impianti

testo tratto da greenreport.it del 28 marzo 2017

La legge n. 257 del 27 marzo 1992 stabiliva in Italia le Norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto, vietandone la vendita su tutto il suolo nazionale. Le celebrazioni per il 25esimo compleanno della normativa

Amianto: A breve la Germania fermerà i conferimenti italiani. Abbiamo le leggi ma mancano gli strumenti: a 25 anni dalla messa al bando dell’amianto, l’Italia continua a combattere contro il killer silenzioso.

testo tratto da rinnovabili.it del 29 marzo 2017

(Rinnovabili.it) – Oltre 600 norme ma una mancanza quasi assoluta di coordinazione nazionale, di monitoraggio puntuale e di siti di conferimento. Il problema dell’amianto in Italia è tutto fuorché risolto e nel breve termine le sfide da affrontare cresceranno di numero.

Rifiuti plastici e tessili trasferiti in Cina tornano come giocattoli. L’INCHIESTA AVVISI PER 61 AZIENDE MOLTE PRATESI.

testo tratto da La Repubblica del 28 marzo 2017

CENTINAIA di tonnellate di rifiuti plastici e tessili partono da anni senza le necessarie autorizzazioni dal porto di Livorno e da altri porti italiani verso la Cina, l’Africa e numerosi Paesi emergenti. Inquinano vasti territori, minacciano la salute degli operai che li riciclano e li trasformano, producono immensi guadagni a organizzazioni criminali.